auguri di Buon anno del Presidente

“Auguro a tutte le persone che vogliono bene alla Scuola Calcio Evancon un Felice Anno Nuovo!”
Mando un calorosissimo augurio a tutti i miei collaboratori, a tutti i responsabili, a tutti gli allenatori ed istruttori, a tutti i nostri ragazzi, a tutti i genitori, agli appassionati sostenitori, ma soprattutto a quelli che mi hanno dimostrato un gran affetto come il loro Presidente.
Estendo gli auguri anche a tutti i presidenti di società della nostra regione e non, ed a tutti quelli che si adoperano per mandare avanti questo stupendo gioco che si chiama calcio.
Ogni anno è sempre più faticoso ma sii stringe i denti per far crescere i nostri ragazzi, unico e vero scopo di questa nostra passione.
Un caloroso saluto e un abbraccio di cuore. Buon Anno a tutti “

copertina-auguri-felice-2017

Auguri di Buone feste

15578645_707102459457478_7841162108344397608_n

 

Siamo giunti al termine di un altro anno e considerato l’avvicinarsi delle festività è doveroso salutare, ringraziare e porgere i miei più sinceri auguri di buon Natale e Felice Anno Nuovo a tutti i ragazzi, genitori, allenatori e dirigenti senza i quali non saremmo qui oggi.

mi trovo ora qui a festeggiare il mio secondo Natale nell’Evancon Calcio che mi vede ricoprire, con orgoglio, l’incarico di Presidente. Ho sempre sostenuto fin dal primo giorno del mio insediamento che L’Evancon Calcio sarebbe dovuta diventare fra qualche anno una delle poche realtà sportive sulla nostra regione di qualità, ebbene, oggi credo di poter affermare, con obiettività, che siamo sulla strada giusta, perchè siamo cresciuti, e non poco, centrando quegli obbiettivi che ci eravamo prefissati.

Purtroppo, qualche incidente di percorso l’abbiamo avuto purtroppo, ma non ci perdiamo d’animo e con questa immutata consapevolezza, e coscienti della bonta’ del nostro progetto tecnico , lavoreremo intensamente per migliorarci anno dopo anno.

Non voglio dilungarmi troppo, tante sarebbero le cose da dire, ma non vorrei essere ripetitivo e quindi passo ai ringraziamenti.

Ringrazio tutto il mio Staff dirigenziale che, seppur con alti e bassi e consapevole delle numerose insidie che rendono complicato il nostro percorso, con il forte impegno riesce a contribuire ogni giorno a rendere questo sogno in realtà.

Ringrazio gli allenatori per la grande passione ed abnegazione che li contraddistingue, la stessa che poi si ritrova nelle espressioni e nei gesti dei nostri ragazzi in campo,

Ringrazio poi i ragazzi, e qui mi ripeto perchè lo credo veramente, che siete l’unico motivo di vita di questa Società, augurandovi che possiate praticare lo sport come una costante di vita con impegno e serietà.

Grazie di cuore a tutti e vi auguro di trascorrere un sereno Natale e che il 2017 riservi a tutti voi grandissime cose.

i risultati del Week End

2001 sconfitti solo per 1-0 dal quotatissimo lascaris …. in ogni caso è’ stata buona gara per i ragazzi di dherin

2003 sconfitti per 5-2 dalla Junior Biellese sul campo di Mongrando .
I nostri ragazzi nonostante la sconfitta hanno disputato una buona partita creando più di un problema ai più quotati avversari
Marcatori Bosonin e machmachi

Le Regole nel calcio e nella vita
L’etica è uno dei tanti rami della filosofia che stabilisce se ciò che fa l’uomo è giusto o sbagliato. L’ etica è stata recentemente “riscoperta” ed è molto utile, perché dovrebbe aiutare a far convivere meglio le persone in qualsiasi ambito, familiare, sportivo, sociale e politico. Infatti si è capito che grazie al rispetto di semplici, ma fondamentali regole di convivenza si riesce a stare meglio tutti quanti. Queste basi civili non sono presenti solo nel mondo sociale, ma anche in quello sportivo.
Il rispetto delle regole e il rispetto dei ruoli, il rispetto per gli altri ed il massimo impegno.
Queste regole fondamentali mi sono state insegnate dai miei genitori e dai bravissimi allenatori che ho avuto nello sport
Rispettare i propri amici e compagni, gli istruttori/allenatori, il presidente, i dirigenti, all’interno di un gruppo sportivo è importante per crescere come uomo e come atleta. Ciò vuol dire che quando l’istruttore spiega, si ascolta attentamente per poi mettere in pratica, se un compagno ha delle difficoltà, lo si aiuta e lo si fa sentire partecipe nella squadra.
È inutile sentirsi superiore agli altri solo perché si pensa di giocare meglio o essere il migliore: in una squadra si vince e si perde tutti insieme.
Quindi rispettare le regole vuol dire non solo essere capaci di mettere in pratica le regole specifiche che ogni sport ha, ma soprattutto quelle di una convivenza civile comuni a tutto il mondo sportivo e non.
Un’altra regola è quella dell’impegnarsi sempre e ovunque, perché solo con costanza e sacrifici si ottengono risultati. Quindi praticare uno sport è uno stimolo a impegnarsi di più anche a scuola, a seguire con attenzione le lezioni perché a casa si è in grado di svolgere più agevolmente i compiti e quindi a avere più tempo da dedicare alle proprie attività sportive. E’ fondamentale riuscire a raggiungere il giusto equilibrio tra impegni sportivi, familiari e scolastici senza scorciatoie: senza imbrogliare o peggio ancora facendo uso di sostanze dopanti.
Una cosa importante, non solo nello sport, ma anche nel mondo civile, è quella dell’autocontrollo, il saper gestire un momento difficile senza arrabbiarsi e scaricare la propria rabbia e delusione sugli altri. Non serve alterarsi con un compagno perché’ ha sbagliato un tiro o un passaggio, può capitare a tutti di avere delle difficoltà. È più giusto andare a rincuorarlo, a incoraggiarlo a fare meglio.
E soprattutto è veramente negativo prendersela con l’arbitro, come spesso accade sui campi di calcio dei professionisti, che invece dovrebbero darci il buon esempio: ci deve essere massimo rispetto sia per l’avversario che per chi deve far rispettare le regole.
Se riesci a seguire queste regole fondamentali per la vita puoi avere buoni rapporti con tutti. Lo sport è un modo per unire e comunicare con tutti.
Lo sport è anche una forma di riscatto sociale: molti ragazzi nati in un contesto difficile e pericoloso sono riusciti a stare lontano dalla delinquenza e a diventare persone splendide praticando con passione uno sport.
Lo sport va vissuto con impegno, ma deve essere anche un momento di divertimento e aggregazione soprattutto tra i giovani. Posso quindi concludere ricordando il motto della nostra scuola che bene riassume il significato della pratica sportiva:
”lo sport ed il calcio prepara a superare gli ostacoli della vita”
e a farci perciò diventare persone migliori.
Il vostro Presidente

altri risultati

Purtroppo i nostri 2003 e 2002 sono stati sconfitti rispettivamente per 3-1 in trasferta con il Borgosesia e 2-1 in casa con L Ivrea banchette.
Disputando comunque entrambi due buone partite.

venerdì nel recupero 2004 sconfitti contro lo Charvensod